Seleziona una pagina

Curcumina, una spezia che agisce meglio dei farmaci per l’artrite reumatoide

integratori

Se stai cercando un modo per combattere l’artrite reumatoide (RA) senza farmaci, allora hai bisogno di guardare sullo scaffale delle spezie nel mercato locale. Una nuova ricerca, pubblicata nella primavera del 2012, ha dimostrato che la curcumina, il principio attivo della curcuma al curry, possiede potenti proprietà antinfiammatorie e anti-artritiche.

Lo studio clinico ha valutato la sicurezza e l’efficacia della curcumina da sola e in combinazione con un farmaco FANS (Voltaren) in pazienti con RA attiva … e i risultati parlano da soli.

Un nuovo approccio per il trattamento dell’AR con una probabilità di miglioramento del 60-90%

ossa

Almeno 2 milioni di americani hanno l’artrite reumatoide, un numero che è aumentato negli ultimi anni. È una malattia molto più devastante di quanto precedentemente apprezzato. Questa NON è la stessa condizione dell’osteoartrite molto più comune e generalmente meno grave o della malattia degenerativa delle articolazioni. Sebbene sia interessante notare che la maggior parte degli stessi trattamenti discussi di seguito funzionerà anche per l’osteoartrite.

La maggior parte dei pazienti con artrite reumatoide ha una disabilità progressiva, e il decorso naturale della condizione è piuttosto notevole in quanto meno dell’1 % delle persone con la malattia ha una remissione spontanea. Alcune disabilità si verificano nel 50-70% delle persone entro cinque anni dall’esordio della malattia, e la metà smetterà di funzionare entro 10 anni. Il costo annuale di questa malattia negli Stati Uniti è stimato in oltre $ 1 miliardo.

La maggior parte delle autorità ritiene che le remissioni si verifichino raramente. Alcuni esperti ritengono che il termine “induzione della remissione” non debba essere usato per descrivere QUALSIASI trattamento di artrite reumatoide corrente, e una revisione dei metodi di trattamento contemporanei mostra che la scienza medica non è stata in grado di migliorare significativamente l’esito a lungo termine di questa malattia.

Questa prognosi devastante è ciò che rende questa nuova forma di trattamento così eccitante, poiché ha una probabilità molto più elevata di successo rispetto all’approccio convenzionale.

Nel corso degli anni ho curato oltre 3.000 pazienti con malattie reumatiche, tra cui LES, sclerodermia, polimiosite e dermatomiosite. Circa il 15% di questi pazienti è stato perso al follow-up per qualsiasi motivo e non ha continuato il trattamento. I pazienti rimanenti sembrano avere una probabilità di miglioramento del 60-90% su questo regime di trattamento. Questo livello di miglioramento è piuttosto marcato in contrasto con i numeri tipici citati sopra che sono sperimentati con approcci convenzionali e sicuramente forniscono una forte motivazione per provare il protocollo che discuteremo di seguito.

Protocollo artrite reumatoide

Il reumatologo, Dr. Thomas Brown ha messo appunto un protocollo per l’artrite reumatoide, che si concentrava sull’eliminazione del micoplasma. Questo protocollo è stato modificato con integrazioni di medicina naturale. Uno dei punti principali è la forte raccomandazione di usare naltrexone a basse dosi  come alternativa ai farmaci tossici che la maggior parte dei pazienti RA assume. L’astaxantina è anche un potente antiossidante antinfiammatorio che potrebbe avere benefici molto potenti nel controllo del dolore articolare. Inoltre, sarebbe utile anche a mangiare fino a 4-6 once al giorno di verdure fermentate, che forniranno circa dieci miliardi di batteri benefici, che rappresentano circa il 10% della popolazione del tuo intestino. Idealmente si dovrebbe consumarli regolarmente se non tutti i giorni. Infine, come suggerisce lo studio in evidenza, si può anche considerare l’uso della curcumina come discusso di seguito.

La curcumina funziona meglio dei farmaci

uomini che camminano

Lo studio ha rivelato che una forma di curcumina altamente biodisponibile era più efficace nell’alleviare i sintomi dell’AR, compresa la tenerezza e il gonfiore delle articolazioni, rispetto al farmaco. Non solo, quelli che stavano prendendo solo la curcumina, in realtà hanno sperimentato il maggior miglioramento su tutta la linea.

Oltre ad alleviare la maggior parte dei sintomi, il gruppo curcumina ha avuto un altro beneficio: la mancanza di effetti avversi osservati. Nessuno nel gruppo curcumina si è ritirato dallo studio a causa di effetti collaterali, ma il 14% di quelli del gruppo FANS lo ha fatto. I ricercatori hanno notato:

“È interessante notare che il gruppo di curcumina ha mostrato la più alta percentuale di miglioramento … e questi punteggi erano significativamente migliori rispetto ai pazienti nel gruppo diclofenac sodico [Voltaren]. Ancora più importante, il trattamento con curcumina è risultato sicuro e non correlato con alcuno evento. Il nostro studio fornisce le prime prove per la sicurezza e la superiorità del trattamento con curcumina in pazienti con RA attiva. “

Diversi anni fa, nel 2006, un altro studio ha anche scoperto che gli integratori a base di curcuma, che contengono curcuminoidi, aiutano a diminuire le infiammazioni delle articolazioni, presumibilmente bloccando le vie infiammatorie e impediscono in tal modo l’aumento della produzione di una proteina che scatena gonfiore e dolore. La curcumina è più conosciuta per le sue potenti proprietà antinfiammatorie. È stato dimostrato che influenza più di 700 geni e può inibire sia l’attività eccessiva che la sintesi di cicloossigenasi-2 (COX2) e 5-lipoossigenasi (5-LOX), così come altri enzimi che sono stati implicati nell’infiammazione.

Suggerimenti per aumentare il tuo assorbimento di curcumina

Se si vuole testare l’efficacia della curcumina contro l’RA, è ampiamente disponibile in forma di supplemento, ma sono necessarie dosi relativamente alte per raggiungere i suoi effetti terapeutici e la curcumina generalmente non viene assorbita così bene. Le dosi terapeutiche tipiche sono fino a tre grammi di estratto di curcumina biodisponibile, da tre a quattro volte al giorno, e questo è difficile da ottenere usando le polveri di curcumina standard.

Un’alternativa è fare una microemulsione combinando un cucchiaio di polvere di curcuma con 1-2 tuorli e un cucchiaino o due di olio di cocco fuso. Quindi utilizzare un frullatore a immersione ad alta velocità per emulsionare la polvere.

Un’altra strategia che puoi usare per aumentare l’assorbimento, consiste nel mettere un cucchiaio di polvere di curcumina in un litro di acqua bollente. Deve essere bollente quando aggiungi la polvere, in quanto non funzionerà altrettanto bene se la metti a temperatura ambiente con acqua e riscaldi l’acqua e la curcumina insieme.

Dopo averlo bollito per 10 minuti avrai creato una soluzione al 12% e potrai berla una volta che si sarà raffreddata. La curcumina cadrà gradualmente dalla soluzione nel tempo e in circa sei ore sarà una soluzione al 6%, quindi, è meglio bere l’acqua entro quattro ore. Ha un sapore legnoso, ma i suoi benefici terapeutici devono farci superare l’ostacolo del cattivo sapore.

Una precauzione: la curcumina è un pigmento giallo molto potente e può scolorire in modo permanente le superfici se non si presta attenzione. Puoi anche usare la curcuma liberamente nella tua cucina. Essa ha un sapore terroso e pepato. Scegli una polvere di curcuma pura, piuttosto che una polvere di curry, poiché almeno uno studio ha scoperto che le polveri di curry tendono a contenere pochissima curcumina.

Perché è necessario essere attenti con i FANS

pillole

Uno dei problemi principali con RA è il controllo del dolore. Un sollievo efficace dal dolore è ovviamente molto importante, e se ciò non viene raggiunto, si può andare in un ciclo depressivo che può peggiorare la funzione del sistema immunitario. Il trattamento convenzionale include in genere l’uso di farmaci molto pericolosi, come il prednisone, il metotrexato e i farmaci che interferiscono con il fattore di necrosi tumorale, come Enbrel. Molti di essi dipendono anche da antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’ibuprofene (Motrin) per gestire questo dolore, ma l’uso regolare e cronico di questi tipi di farmaci è associato a circa 100 effetti collaterali significativi e molto gravi, tra cui :

  • Problemi cardiovascolari

  • Danno gastrointestinale

  • Rene e / o danni al fegato

  • Perdita dell’udito

  • Aborto Spontaneo

Se sta assumendo un FANS e ha una storia di malattie cardiache, si ha un aumento di 10 volte del rischio di insufficienza cardiaca congestizia (CHF). E anche se non lo fai, il rischio di CHF aumenterà del 60 % se prendi i FANS.

Le ulcere rappresentano un altro grave rischio e fino al 60% degli utilizzatori regolari di FANS presenterà effetti collaterali gastrointestinali correlati a questi farmaci. In effetti, l’uso regolare dei FANS è la seconda causa principale delle ulcere. Dati i rischi, avere un’alternativa naturale ai FANS per il sollievo dal dolore è inestimabile, specialmente per una condizione dolorosa come la RA, e la curcumina sta emergendo come una delle opzioni più sicure e più efficaci in circolazione.

Lo stile di vita cambia in modo cruciale per la necessità di controllare questa malattia viziosa

Migliorare la dieta usando delle linee guida nutrizionali è cruciale per il vostro successo. Inoltre, ci sono alcuni principi generali che sembrano validi per praticamente tutti e questi includono:

  • Eliminare lo zucchero, in particolare il fruttosio e la maggior parte dei cereali. Per la maggior parte delle persone con RA, il fruttosio va limitato a soli 15 grammi al giorno o meno, e questo include il fruttosio da frutta intera.

“Limitare lo zucchero è un elemento critico del programma di trattamento: lo zucchero ha molteplici influenze negative significative sulla biochimica, in primo luogo aumenta i livelli di insulina, che è la causa principale di quasi tutte le malattie croniche e può anche danneggiare i tuoi batteri intestinali. Se non si riesci a ridurre l’assunzione di zuccheri, è molto meno probabile che tu possa migliorare: uno dei primi passi che puoi fare è eliminare gradualmente tutta la soda e sostituirla con acqua pura e pulita. “

  • Mangiare il cibo biologico, coltivato localmente e crudo

  • Assumere molti grassi omega-3 di origine animale di alta qualità. L’olio di krill sembra essere particolarmente utile qui, in quanto sembra essere una preparazione antinfiammatoria più efficace. È particolarmente efficace se preso in concomitanza con 4 mg di astaxantina, che è un potente carotenoide antiossidante derivato dalle alghe

  • Poiché l’astaxantina offre una potente protezione contro la cataratta e la degenerazione maculare senile, da 4 a 20 mg al giorno per chiunque

  • Incorporare l’esercizio fisico regolare nel programma giornaliero, come descritto in dettaglio di seguito

I primi traumi emozionali sono pervasivi in ​​quelli con AR

fiore che piange

Nella grande maggioranza dei pazienti trattati, un certo tipo di trauma emotivo si è verificato all’inizio della loro vita, prima che l’età della loro mente cosciente si formasse, che è in genere intorno ai 5 o 6 anni. Un trauma può verificarsi, tuttavia, a qualsiasi età e ha un impatto profondamente negativo. Se quel particolare insulto emotivo non viene affrontato con una modalità di trattamento efficace, allora il trigger emotivo sottostante continuerà a peggiorare, permettendo al processo distruttivo di procedere, che può predisporre a gravi malattie autoimmuni come l’AR più avanti nella vita.

In alcuni casi, RA sembra essere scatenata da un’infezione, ed è la mia esperienza che questa infezione si acquisisce di solito quando si verifica un evento stressante che causa un’interruzione nei circuiti bioelettrici, che, quindi, danneggia il sistema immunitario. Questo trauma emotivo precoce predispone a sviluppare l’infezione iniziale e contribuisce anche alla tua relativa incapacità di sconfiggere efficacemente l’infezione. Pertanto, è molto importante avere uno strumento efficace per affrontare questi traumi emotivi sottostanti.

La forma più comune di trattamento utilizzata è chiamata Emotional Freedom Technique (EFT) . Sebbene EFT sia qualcosa che puoi imparare a fare da solo nel comfort della tua casa, è importante consultare un professionista per ottenere le abilità necessarie per promuovere una corretta guarigione usando questo straordinario strumento.

Deficit di vitamina D in quelli con RA

La prima parte del 21 °secolo ha portato grande attenzione per l’importanza e il valore della vitamina D, in particolare nel trattamento delle malattie autoimmuni come RA. E’ una forma di negligenza, curare una persona con RA, e non controllare i suoi livelli di vitamina D per confermare che si trovano in un intervallo terapeutico di 65-80 ng / ml.

Questo è così importante che gli esami del sangue devono essere eseguiti ogni due settimane, quindi, la dose può essere regolata per rientrare in tale intervallo. La maggior parte degli adulti di peso normale dovrebbe iniziare con 10.000 unità di vitamina D3 al giorno. Se sei negli Stati Uniti, Lab Corp è il laboratorio prescelto per questo test.

Si pensava che 5.000 UI al giorno fosse una buona dose di mantenimento per gli adulti, ma secondo una nuova ricerca pubblicata da Grassroots Health dello studio D * Action, l’adulto medio ha bisogno di assumere 8.000 UI di vitamina D al giorno per elevare i suoi livelli sopra i 40 ng / ml, il minimo requisito necessario per la prevenzione delle malattie. Come accennato, se si dispone di RA, i livelli saranno superiori a questo, nell’intervallo 65-80 ng / ml, quindi, sarà necessario sottoporsi a test del sangue e modificare di conseguenza la dose / esposizione solare.

Naltrexone a basso dosaggio

Un’altra aggiunta più recente al protocollo è Naltrexone a basse dosi. È poco costoso e non tossico e esistono un numero di rapporti medici che documentano la sua efficacia incredibile nel combattere l’artrite. Anche se si tratta di un farmaco, e in senso stretto non è una terapia naturale, ha fornito un sollievo importante ed è molto più sicuro dei farmaci tossici che sono tipicamente utilizzati da quasi tutti i reumatologi.

Esercizio per l’artrite reumatoide

È molto importante esercitare e aumentare il tono muscolare delle articolazioni non portanti, poiché i risultati di disuso nell’atrofia e nella debolezza muscolare. Inoltre, l’immobilità può causare contratture articolari e perdita di raggio di movimento (ROM). Gli esercizi di ROM attivi sono preferiti a quelli passivi. Ci sono alcune prove che gli esercizi di ROM passivi aumentano il numero di globuli bianchi (globuli bianchi) nelle articolazioni.

Se le tue articolazioni sono rigide, devi fare esercizi di allungamento e applicare del calore prima di allenarti. Se le articolazioni sono gonfie, l’applicazione di 10 minuti di ghiaccio prima dell’esercizio potrebbe essere utile. L’articolazione infiammata è molto vulnerabile ai danni derivanti da un esercizio improprio, quindi, devi essere cauto. Le persone con artrite devono trovare un delicato equilibrio tra riposo e attività e devono evitare attività che aggravino il dolore alle articolazioni. Dovresti evitare qualsiasi esercizio che causi problemi ad un’articolazione significativamente instabile.

Una buona regola empirica è che se il dolore dura più di un’ora dopo aver interrotto l’esercizio, è necessario rallentare o scegliere un’altra forma di esercizio. I dispositivi di aiuto sono anche utili per diminuire la pressione sulle articolazioni colpite. Molti pazienti devono essere sollecitati a trarne vantaggio. The Arthritis Foundation ha un libro, Guide to Independent Living, che istruisce i pazienti su come ottenerli.

Naturalmente, è importante mantenere una buona forma cardiovascolare. Camminare con scarpe di supporto appropriate è un’altra considerazione importante e, se le condizioni lo consentono, sarebbe opportuno passare a un programma di Peak Fitness che prevede esercizi ad alta intensità, progettati per raggiungere una salute ottimale.

Se è necessario utilizzare farmaci per sollievo dal dolore …

In definitiva, l’obiettivo è quello di implementare i cambiamenti di stile di vita discussi sopra il più rapidamente possibile, in modo da poter iniziare a ridurre questi farmaci tossici e pericolosi, che non fanno assolutamente nulla per trattare la causa della malattia. L’idea è quella di essere il più a proprio agio e indolore possibile con il minor numero di farmaci. E’, tuttavia, importante un sollievo dal dolore efficace, quindi, prima prova queste alternative antinfiammatorie naturali. Se ancora non trovi sollievo, i farmaci da prescrizione più sicuri da usare per il dolore sono i salicilati non acetilati come:

  • Salicilato di sodio

  • Magnesio salicilato (es. Salflex, Disalcid o Trilisate).

Sono anche molto più delicati sullo stomaco rispetto agli altri FANS e sono il farmaco di scelta in caso di problemi con l’ulcera peptica. Sfortunatamente, tutti questi benefici sono bilanciati dal fatto che potrebbero non essere efficaci quanto gli altri agenti e sono meno convenienti da prendere. È necessario prendere 1,5-2 grammi due volte al giorno, e l’acufene, o ronzio nell’orecchio, è un effetto collaterale frequente. È necessario essere consapevoli di questa complicazione e sapere che se si sviluppa l’acufene, è necessario interrompere i farmaci per un giorno e ricominciare con una dose che è una mezza pillola al giorno più bassa. Puoi ripetere questo fino a trovare una dose che allevia il dolore e non causa alcun ronzio nelle orecchie.

Conclusione

Non c’è alcun dubbio che il protocollo sopra descritto sia altamente efficace per il trattamento dell’artrite autoimmune come l’artrite reumatoide. Si incoraggia fortemente chiunque con questa malattia ad adottare il programma. Nella mia esperienza hanno ben poco da offrire tranne farmaci pericolosi che alleviano solo i sintomi e non fanno nulla per affrontare la causa sottostante della malattia, che continua a devastare il corpo e causare deformità articolari paralizzanti.

Fonte:https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2012/06/13/the-spice-that-is-better-than-drugs-for-ra.aspx